MICROEOLICO

L'energia eolica è il prodotto della conversione dell'energia cinetica del vento in altre forme di energia (elettrica o meccanica).  

Il microeolico è l'eolico caratterizzato da piccole taglie di potenza, in pratica comprese fra 0 e 20 kW ossia comprende sia aerogeneratori di piccolissima taglia (0-5 kW) sia aerogeneratori di piccola taglia (tra i 5 e i 20 kW) pertanto, è possibile realizzare sia sistemi autonomi (stand-alone), di solito impiegati per utenze isolate o per piccole applicazioni particolari, che impianti connessi in rete (grid-connected).

Gli impianti minieolici, purché correttamente dimensionati, risultano adatti ai fabbisogni energetici sia di abitazioni private che di utenze commerciali e agricole di piccole dimensioni.
Essi utilizzano sia aerogeneratori "ad asse verticale" (eolico verticale) - più adatti per l'ambiente urbano ed ai regimi di vento cittadini, che solitamente sono turbolenti, con vento di direzione e portata variabili - sia i classici aerogeneratori "ad asse orizzontale" (eolico orizzontale), indicati per gli spazi aperti.

I generatori ad asse verticale non hanno bisogno di orientamento, in quanto offrono al vento la superficie utile in un arco di 360°, si azionano a piccole velocità del vento e hanno una maggiore resistenza alle alte velocità dei venti e alla loro turbolenza, lo scarso ingombro e la compatezza li rendono una soluzione interessante per condomini, per edifici con tetti e per piccoli terrazzi. 

I generatori ad asse orizzontale, invece, assomigliano a dei "mulini a vento". Possono essere orientati tramite una deriva posta "a valle" delle pale, in modo che queste possano essere sempre posizionate perpendicolari al vento, di facile inserimento in qualsiasi tipologia di territorio, sono particolarmente adatti alle aree agricole: ad es., un'azienda agricola può usarli per i propri fabbisogni, produttivi o legati all'attività agrituristica.

Analizziamo ora alcune delle caratteristiche che permettono l’uso delle turbine  ad asse verticale in ambito urbano:

  • Irrilevante emissione sonora
  • ad un terzo dell’altezza di installazione si hanno gli stessi risultati, in termini di produzione di una turbina tradizionale
  • lo sfruttamento, oltre che delle correnti eoliche stabili, anche delle turbolenze eoliche tipiche di un ambiente urbano.
  • basso impatto visivo ed estetico sull’edificio.

Partendo da questi presupposti ed analizzando i seguenti parametri :

  • consumi annui in kw;
  • calcolo della producibilità specifica del sito di installazione avvalendosi dell’atlante eolico italiano (vedi http://atlanteeolico.rse-web.it/viewer.htm ) ed aiutandosi con eventuali stazioni meteo installate nei paraggi;
  • Orografia circostante il luogo di installazione;

è possibile, con buona approssimazione, dimensionare l’impianto da installare per produrre l’energia necessaria a coprire i propri consumi.

Premettiamo che l'energia elettrica con il microeolico si produce dove c'è un vento medio superiore a 4-5 m/s e dove una pala eolica può lavorare per oltre 1500 ore all'anno.

 

La Energy On Srl sviluppa generatori microeolici ad asse verticale. 


 

 

 

 

 

 

 

pala microeolica
Ingegneria Salerno